Lunedi 25 06 2018 - Aggiornato alle 13:18

È guerra a Canicattì, ben 9 i candidati
Amministrative 2016 È guerra a Canicattì, ben 9 i candidati

A Canicattì è una vera e propria battaglia la campagna elettorale per elezioni del sindaco e del nuovo Consiglio comunale. A sfidarsi sono bene 9 candidati con 14 liste collegate

- 03/06/2016

A Canicattì è una vera e propria battaglia la campagna elettorale per elezioni del sindaco e del nuovo Consiglio comunale. A sfidarsi sono bene 9 candidati con 14 liste collegate, per un totale di 315 aspiranti alla carica di consigliere comunale.

Ma procediamo con ordine. Gioacchino Asti è il candidato canicattinese leghista, sostenuto da “I Canicattinesi- Asti Sindaco” e “Fare con Tosi”. Candidato dell’Udc è Angelo Caico,  che a livello locale fa riferimento al deputato all’Ars Gaetano Cani. Vincitore le primarie del centrosinistra  Ettore Di Ventura, avvocato. È il candidato sostenuto da Partito Democratico e dalle liste “Uniti per Canicattì” e "Soprattutto Canicattì". Ivan Paci è il candidato del Nuovo centrodestra di Alfano. Paci, ex consigliere provinciale, è sostenuto dalle liste civiche “Canicattì Riparte”, “Paci Sindaco”  e“Nuova Canicattì”. Salvatore Polizzi, insegnante tecnico pratico a Canicattì , si candida sostenuto dalla lista “Patto per Canicattì”.

Candidato sindaco del Movimento 5 stelle è Sandro Marchese Ragona. I 5stelle sono gli unici ad aver scelto gli assessori designati tramite curriculum e colloquio. A rappresentare la forza politica in continuità con il sindaco uscente Vincenzo Corbo è Gaetano Rizzo ex  vice sindaco ed ex  assessore comunale ai Lavori pubblici. Si candida appoggiato dal Pdr di Michele Cimino, le sue liste sono “Sicilia Futura” e “Un Passo Avanti”. Ritorna in campo il professore Antonio Scrimali, ex sindaco, sostenuto dalla lista civica “Con Scrimali per Canicattì”. L’avvocato Giovanni Salvaggio  è candidato con la lista di centrodestra “Canicattì Unica”. Da sempre militante della “destra”, prima nel Movimento Sociale Italiano,  adesso è con la Fiamma Tricolore.

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione