Giovedi 16 08 2018 - Aggiornato alle 00:14

rosario_livatino
A 24 anni dall'assassinio Canicattì ricorda il giudice Rosario Livatino

Nella città natale del magistrato ucciso dalla mafia il 21 settembre del 1990 le iniziative per onorarne l'impegno e la memoria

- 22/09/2014

C'è anche l'adesione del Presidente della Repubblica alle manifestazioni organizzate a Canicattì dalle associazioni "Tecnopolis" ed "Amici del Giudice Rosario Angelo Livatino" per ricordare anche il presidente Antonino Saetta ed il figlio Stefano uccisi in due diversi agguati mafiosi. Il riconoscimento del presidente Napolitano si aggiunge al patrocinio del Presidente della Camera, Laura Boldrini, concesso al calendario delle iniziative inserite nella "Settimana della Legalità Giudici Saetta e Livatino" in corso sino ad ottobre non solo a Canicattì ma in giro per la Sicilia.

Per il prossimo anno le associazioni, in coincidenza del 25° anniversario dell'omicidio Livatino, per cui è in corso la fase diocesana di canonizzazione, hanno annunciato l'organizzazione di un calendario più ampio ed articolato diiniziative. Quest'anno, invece, il 21 settembre dopo la deposizione di una corona di fiori nel luogo esatto dell'omicidio, lungo la SS 640 in contrada Gasena, sono previste altre iniziative. Il 22 settembre, dalle ore 8,30, in via Capitano Ippolito a Canicattì si svolgerà “I madonnari della Legalità. Gli studenti disegnano i loro valori”, a cura dell’Istitut o Comprensivo Verga. Alle 10 invece il Teatro Sociale di Via Capitano Ippolito ospita il convegno sul tema della corruzione che vedrà la partecipazione di Gero Grassi, Luigi D’Angelo, presidente del Tribunale di Agrigento, e Pasquale Petix, insegnante e storico. Il 25 settembre, infine, alle ore 10,45 il Cimitero comunale di Canicattì è prevista una cerimonia per commemorare la tomba di Antonino e Stefano Saetta.

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione